Mese: novembre 2017

Ristorante Locanda del Bugiardo – San Pietro In Cariano (VR)

Ristorante Locanda del Bugiardo – San Pietro In Cariano (VR)

Ah…il pranzo della domenica, un momento di relax e distensione, in cui poter deliziare il palato con piatti che durante la settimana lavorativa non ci pensiamo nemmeno di riuscire ad assaporare. Ancor meglio è se quei piatti li possiamo mangiare seduti in un bel ristorantino […]

Cantina Zýmè – San Pietro In Cariano (VR)

Cantina Zýmè – San Pietro In Cariano (VR)

Per i “winelovers”, per utilizzare un termine inglese molto in voga in questi anni, poter visitare i luoghi dove nasce un vino speciale o una serie di grandi etichette è una di quelle cose che sicuramente non si possono non fare. Vi assicuriamo che visitare […]

Ristorante Taverna Kus – San Zeno di Montagna (VR)

Ristorante Taverna Kus – San Zeno di Montagna (VR)

Ci sono luoghi che al primo impatto di donano delle sensazioni davvero uniche e positive, emozioni che ti stupiscono perché non pensi possano essere trasmesse da un locale. Questo è il caso del Ristorante Taverna Kus di San Zeno di Montagna.

Questo ristorante si trova all’interno di uno storico casale del ‘600 in cui la cura del dettaglio e la ricerca, nonché l’eleganza salta subito all’occhio. Ci troviamo sulla collina sopra al Lago di Garda, e qui si respira un’aria fatta di profumo di ulivi e vitigni.

L’ambiente è caldo e accogliente, lo staff si presenta subito affabile e cordiale, ti fanno sentire coccolato e viziato…ecco questa è la prima forte sensazione che ti pervade quando entri qui.

Ci accomodiamo in un tavolo quasi al centro di una saletta molto particolare, dove la modernità si fonde in maniera perfetta con la storicità di questo luogo. La mise en place è minimalista ed elegante.

Il menù presenta circa 6 piatti per ogni tipologia, si percepisce subito il livello della cucina che andremo ad assaporare. Accostamenti e fusioni particolari innalzano in maniera esponenziale l’aspettativa sui piatti che andremo a scegliere. La cucina proposta in questo menù è una rivisitazione gourmet della cucina tipica locale con l’utilizzo di prodotti di prima qualità scelti appositamente e quotidianamente dall’esuberante titolare Giancarlo.

Lo staff di sala è veramente preparatissimo e cordiale. Per ogni piatto scelto veniva eseguita una descrizione attenta ed esaustiva di quello che saremo andati ad assaporare.

La nostra scelta per questa esperienza culinaria si sofferma su dei piatti che di primo impatto ci hanno colpito solo leggendoli nel menù.

Antipasti:

  • “Re maiale”
    Vinappeso della Valpolicella e Salame di nostra produzione con giardiniera di verdure
  • Battuta di carne di manzo Garronese Veneta con frutti del cappero di Pantelleriae le sue foglie, acciughe del Mar Cantabrico e wafer al sesamo.

Entrambi i piatti solo molto gustosi e belli da vedere. Ottimi i salumi proposti nel “Re maiale”, si sente che sono prodotti artigianali. Freschissimi. Per quanto riguarda la Battuta di carne, che dire, veramente fantastica. Tutti i gusti si percepiscono alla perfezione e si fondono senza coprirsi uno con l’altro. La cialda di sesamo poi, anima croccante del piatto che è capace di emozionare.

Piatto principale:

  • Spaghetti alla chitarra di antico grano “Senatore Cappelli” con finferli, zucca,emulsione alle nocciole e croccante di cipolla.
  • Tagliatelle con il tartufo nero del Baldo.

Partiamo parlando delle tagliatelle, ovviamente sono di pasta fresca fatta a mano, e si sente… Il tartufo a scaglie esplode con tutto il suo sapore al contatto con il palato… buonissimo. Gli spaghetti alla chitarra, sono un’opera d’arte. Il piatto è estremamente equilibrato, anche qui il lato croccante è percepibile ma mai invadente…un vero spettacolo. Particolare e buonissimo l’accostamento tra la zucca, i finderli e l’emulsione di nocciola. Il croccante di cipolla chiude infine questa esplosione di gusti.

Dessert:

  • “Sembra quasi un Mont Blanc”
    Mousse leggera ai marroni, ganache montata al cacao e fava di Tonka, crema ai marroni e meringa gelata profumata all’arancio.
  • Tarte Tatin di mela con cialda al profumo di cannella, gelato alla mandola amara, crema di nocciola.

Qui l’impiattamento sfiora l’arte, ogni parte di entrambi i dolci sono abbinabili l’una all’altra così da creare delle sensazioni in bocca sempre diverse. Assaporare questi dessert diventa quasi una scoperta.

Dopo questo tripudio di sapori chiudiamo con un buon caffè accompagnato da dei piccoli dolcetti offerti dalla cucina.

Abbiamo accompagnato il pasto con un Valpolicella Classico Superiore ed un Prosecco “La Bollicina”.

All’interno del ristorante è presente una fornitissima cantina con più di 250 etichette selezionate direttamente dal titolare.

Veniamo al conto. Per tutto quello che vi abbiamo descritto più 2 bottiglie d’acqua il conto è stato di 101€. Può sembrare alto, ma per la qualità e la ricerca dei piatti che abbiamo mangiato sicuramente sono ben spesi.

Ci sentiamo senzaltro di consigliarvi questo ristorante, soprattuto in occasioni speciali.

 


Il servizio: Molto cordiale ed attento. Estremamente competente e disponibile lo staff di sala che spiega e descrive in maniera esaustiva ogni piatto.

Cucina: Fantastica. Gli ingredienti utilizzati sono di prima scelta. Possiamo assaporare una cucina del territorio, con un grande tocco di modernità sia per quanto riguarda gli accostamenti che per la presentazione dei piatti.

Struttura: Uno storico casale del ‘600 in cui la cura del dettaglio e la ricerca salta subito all’occhio. Location speciale per cene e banchetti.

Animali Ammessi: SI

Prezzo: Medio/Alto.

Dove si trova: Località Castello, 14 – San Zeno di Montagna – Verona

Telefono:  + 39 045 7285667

Sito: www.ristoranteveronatavernakus.it

 

 

 

 

Fresco Lesto – Verona

Fresco Lesto – Verona

Il servizio che offre Fresco Lesto è un servizio per ora attivo solo per la zona ZAI di Verona. Consiste nella consegna a domicilio di vari piatti preparati che si possono scegliere dal sito internet. La consegna avviene puntuale e le pietanze sono confezionate in […]

Ristorante Tapasotto – Verona

Ristorante Tapasotto – Verona

Dobbiamo aprire questa recensione dicendo che dobbiamo assolutamente dobbiamo tornare in questo locale. I motivi sono 2, il primo è perché abbiamo potuto assaggiare solo 2 delle pietanze proposte dal menù, ed in più abbiamo scelto delle selezioni di salumi e formaggi, quindi è difficile […]

Malga Civertaghe – San Martino di Castrozza (TN)

Malga Civertaghe – San Martino di Castrozza (TN)

La storia di questa malga, la prima volta che l’abbiamo letta, ci ha veramente conquistato e a tratti commosso.

Malga Civertaghe è la più antica malga del Trentino. Nata come stalla e fienile nel 1905, per varie vicissitudini familiari dei gestori nel 1992 chiude e resta chiusa fino al 2013, anno in cui i tre fratelli, figli degli ultimi gestori, hanno unito le loro forze e spinti dall’amore per queste montagne e per dare seguito al grande desiderio della mamma di rivedere la malga in funzione, dopo molti sacrifici hanno riportato in vita l’ex rifugio.

Giovanni, Josephine e Giuliano hanno quindi riportato in vita questa malga che si trova a circa 1600 metri, o meglio, in parte.

Il lungo iter burocratico per la ristrutturazione della malga rallenta molto il loro sogno e quindi, senza perdersi d’animo hanno deciso di aprire proprio di fronte alla malga, un fantastico chiosco che offre un servizio di ristorazione che sicuramente è in grado di rifocillare tutti gli avventori che passano di li.

Veniamo quindi alla nostra esperienza in “malga”.

Dopo la camminata che parte dal centro di San Martino di Castrozza, un’escursione leggera che dura all’incirca 1h e 15 minuti, arriviamo in questa spianata, circondata dalle Dolomiti, in cui si respira un’aria buona e un clima di tranquillità e pace. Ad accoglierci il fantastico Belt, un cagnolone dolcissimo che vi conquisterà!

Il chiosco è veramente molto carino e fornito. Vengono proposti dei panini caldi, e che panini, e dei taglieri di salumi e formaggi, ovviamente con tutti prodotti locali.

La “griglia” ci aspetta e quindi ci mettiamo in fila per ordinare il nostro pranzo.

Abbiamo scelto ovviamente il “piatto tipico” del chiosco, un mega panino con salsiccia e formaggio. Ecco, appunto, il formaggio…una fetta alta circa 2 centimetri che una volta cucinato si scioglie in bocca. Veramente fantastico. Ad accompagnare questi panini da urlo abbiamo ordinato delle verdure grigliate, anche quelle veramente squisite. Il tutto accompagnato da una buona birra! Per due panini, verdure grigliate, birra, acqua e caffè abbiamo speso circa 30€, vi assicuriamo che li valgono tutti!

E’ veramente qualcosa di unico mangiare un piatto così circondati da un paesaggio veramente mozzafiato come è quello delle Dolomiti. Provare per credere.

Girovagando li intorno abbiamo visto che per i bambini è stata realizzata anche un’area svago con “CASETTE HOBBIT, SCATOLINA DEI SOGNI, CACCIA AL TESORO, e molto altro.

Dopo esserci rifocillati e aver chiuso con un buon caffè, c’era la possibilità di mangiare anche una torta fatta in casa ma eravamo decisamente sazi…ci siamo fermati a parlare con il simpaticissimo Giovanni, una molla impazzita, troppo forte. Nei suoi occhi, mentre ci parlava della storia della Malga e dei loro progetti si leggeva quanto amore si possa provare per la propria terra e per il proprio lavoro. Ci ha parlato dei progetti futuri, dopo la riapertura della Malga, hanno in cantiere di realizzare delle casette in mezzo al bosco in cui le persone possono dormire completamente coccolati dalla natura circostante. Un’idea questa che sicuramente siamo curiosissimi di provare una volta portata a termine.

Chiudiamo dicendo che la malga è raggiungibile sia a piedi che in bici ed automobile. Da qui d’inverno partono i percorsi per ciaspolare, la pista di slittino e fat bike e molte altre attività. Insomma, un luogo da vivere tutto l’anno!

Continuate così ragazzi e grazie di averci emozionato!


Il servizio: Alla buona, tipico di malga. La gentilezza, la simpatia e la cordialità sono i veri plus del luogo.

Cucina: Piatti di montagna, tipico. Ottimi i panini con formaggio e salsiccia e le verdure grigliate.

Struttura: Una malga in mezzo al bosco a circa 1600mt.

Animali Ammessi: SI

Prezzo: Medio/Basso.

Dove si trova: Loc. Civertaghe,1 San Martino di Castrozza (TN)

Telefono:  +39 340 8711861

Sito: www.malga-civertaghe.it